Caltanissetta: Positivo al Coronavirus esce per fare la spesa: indagato per epidemia colposa.

Rischia da 1 a 5 anni

Positivo al Coronavirus esce per fare la spesa: indagato per epidemia colposa. Rischia da 1 a 5 anni

 

Si dice che la madre dei cretini sia sempre gravida. Ed uno dei suoi migliori frutti è stato “colto” oggi. Epidemia colposa: è il reato contestato dalla Procura di Caltanissetta, su denuncia della Digos della locale Questura, a un paziente positivo al Covid-19 trovato in strada poche ore dopo essere stato dimesso dall’ospedale.

L’uomo, che era stato al reparto Malattie infettive, risulta clinicamente guarito, ma è ancora positivo al Coronavirus.

Essendo asintomatico, l’ospedale lo ha dimesso e ha disposto il suo trasferimento a casa, con ambulanza protetta del 118, dove deve rimanere in quarantena, isolato anche dai suoi familiari.

Ma poche ore durante un controllo della polizia in strada, alcuni agenti lo hanno riconosciuto e fermato. A loro ha detto di essere uscito di casa per comprare generi alimentari.

L’uomo è stato denunciato alla Procura. La pena prevista dal codice penale per epidemia colposa è la reclusione da uno a cinque anni, che aumenta da tre a dodici anni se il comportamento cagiona la morte di persone.