Verbania: Accetta, ricette: con il maritozzo, il buongiorno si vede dal mattino

Un matrimonio, è principalmente un legame di cuore altrimenti sarebbe un mero contratto basato su interessi materiali. Fra gli ingredienti che rappresentano i valori fondanti della famiglia, vi sono il rispetto reciproco, la fiducia, la sincerità, la pazienza, la comunicazione assertiva, la comprensione, la tenerezza, la fedeltà, la passione ed il senso del sacrificio. Se manca uno di questi componenti, il connubio non avrà solidi pilastri per costruire le fondamenta fino all’apice ossia fino alla vecchiaia. Nell’epoca in cui le famiglie si sgretolano, ricorrendo al divorzio, proprio per la mancanza di valori, comprendiamo che la dolcezza è l’anima di un’unione felice e duratura e che guardarsi con gli occhi del cuore è più costruttivo del guardarsi con sospetto. La ricetta del giorno, il maritozzo, ci rievoca alla memoria la dolcezza di un marito.
Ingredienti:
250 gr. di acqua, 50 gr. di lievito di birra, 35 gr. di miele di acacia, 120 gr. di zucchero, 1 kg. di farina 00, 300 gr. di uova intere (5 o 6 uova), 120 gr. di tuorli d’uovo, 220 gr. di burro, 16 gr. di sale, scorza di limone, una bustina di vaniglia e la crema pasticcera, quanto basta per la farcitura.
Preparazione: amalgamiamo dapprima gli ingredienti secchi con l’acqua, quindi impastiamo la farina con lo zucchero, il sale, la vaniglia e la scorza di limone. In seguito, aggiungiamo il burro, le uova, il miele ed infine il lievito, fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo. Formato l’impasto, lo si copre con un telo di cotone, lasciandolo lievitare. A lievitazione avvenuta, formiamo dei panetti rotondi di circa 60 gr., per poi conferirgli una forma allungata, depositandoli su di una teglia per la cottura e per un’ulteriore lievitazione. Ottenuta la dimensione voluta, inforniamo i maritozzi a circa 160 ° o 170° fino a doratura. Volendo, possiamo aggiungere all’impasto l’uvetta o gocce di cioccolato. È un dolce squisito per la colazione, da farcire con crema, panna, marmellata o nutella.
Concludo con una frase di Giuseppe Mazzini “La famiglia è la patria del cuore”.
Dr.ssa Francesca Accetta
Esperta Servizi al cittadino
Stefano Martinelli
Pasticciere Roma