Verbania: Accetta/poesia: il senso dell’umanità

Poesia
Il senso dell’umanità
L’essere umano è libero nell’attimo in cui riesce ad opporsi a condizionamenti e ragiona e decide con la coscienza del proprio cuore e della propria mente.
L’essere umano è libero quando la propria pelle diventa impermeabile e tutto il superfluo scivola e l’ essenziale si ferma nel cuore.
L’essere umano è libero ma talvolta schiavo della schiavitù cerebrale e nessuno può liberarlo se si adagia nella comodità e nella schiavitù dei compromessi.
L’essere umano è umano quando tra le mani ha un cuore e lo accarezza.
L’essere umano è disumano quando tra le mani ha un cuore e lo calpesta.
Nessun essere umano può arrogarsi il diritto di scegliere il destino di ognuno di noi, ma ognuno di noi sceglie di divenire un essere umano migliore.
Francesca Accetta