Catania: COVID 19: DA DOMANI 7500 DOSI DI VACCINO PER L’ASP DI CATANIA, DA GENNAIO PUNTO VACCINI ANCHE A BRONTE E FORSE ANCHE RANDAZZO

Saranno consegnati nelle prime ore di domani 31 dicembre, all’Asp di Catania, i vaccini contro il Covid-19 prodotti da Pfizer e BionTech. Sono 7500 le dosi assegnate all’Azienda sanitaria. La prima fornitura sarà stoccata all’Ospedale “Gravina” di Caltagirone e poi divisa con gli Ospedali di Giarre e Paternò. I tre Presidi sono dotati di congelatori a -80° per l’appropriata conservazione dei vaccini. Le successive scorte saranno consegnate a cadenza settimanale. Come previsto dalle disposizioni Ministeriali e Assessoriali, in questa fase, il vaccino sarà somministrato agli operatori sanitari e, successivamente, agli ospiti e agli operatori delle Rsa e dei Centri residenziali per anziani. Per l’Asp di Catania, in questo primo step, le vaccinazioni saranno effettuate nei tre Punti di Vaccinazione Ospedaliera (PVO) individuati presso i Presidi di Caltagirone, Giarre e Paternò.

A questi Punti, a partire dal 4 gennaio, gradualmente, se ne aggiungeranno altri, nei Presidi Ospedalieri aziendali e nei Distretti sanitari, per raggiungere il numero di 40 Punti Vaccinazione, oltre a 30 postazioni mobili per le vaccinazioni nelle Rsa e nei Centri residenziali per anziani, in modo da garantire una capillare copertura e il più alto numero possibile di vaccinazioni. Tra questi punti in più, ci sarà anche il presidio ospedaliero di Bronte, a confermarlo la stessa Asp, che ha risposto ad una richiesta specifica, inviata all’asp, effettuata dal sindaco di Maletto Pippo De Luca, che ha ringraziato la direzione dell’asp, per avere compreso le ragioni del territorio. In seguito è probabile anche un punto vaccini a Randazzo. La somministrazione inizierà nella stessa giornata di domani, così come voluto dall’Assessore regionale alla Salute, avv. Ruggero Razza, per l’intero territorio regionale, e proseguirà nei giorni seguenti. È utile ribadire che in questa fase la vaccinazione è rivolta esclusivamente agli operatori sanitari.

Presso i PVO opereranno un medico igienista, un infermiere e un operatore informatico che provvederà alla raccolta e registrazione dei dati in modalità digitale e cartacea. Per promuovere la partecipazione alla campagna vaccinale da parte del personale sanitario, sociosanitario e dei lavoratori che operano nell’ambito ospedaliero del Sistema sanitario regionale, la Regione ha predisposto un form di pre-adesione raggiungibile al link: https://testcovid.costruiresalute.it/tamponi/scheda_prenotazione_vaccino.php.

Intanto, nelle tre giornate palermitane del V-Day, che si concludono oggi, sono trenta gli operatori dell’Asp di Catania che hanno già ricevuto il vaccino, individuati fra il personale delle Terapie intensive e dell’area Covid, degli Ospedali di Acireale e Biancavilla, e delle USCA. Per maggiori informazioni sul vaccino, sugli obiettivi della campagna, sulle categorie prioritarie nella prima fase… consultare la pagina “Vaccini anti Covid-19” del Ministero della Salute, al seguente link: http://www.salute.gov.it/portale/nuovocoronavirus/dettaglioFaqNuovoCoronavirus.jsp?lingua=italiano&id=249.